Al mio poeta lontano anche quando è qui…

Avevo un amico un tempo… in realtà ce l’ho anche adesso, non é il caso di essere così drammatici. Però, però qualcosa non é più la stessa tra di noi e io oramai non so più neanche perché. Sono successe cose, abbiamo parlato, ne sono successe altre (non direttamente tra noi ma) che comunque ci hanno allontanati. Ora ci stiamo ricercando ma forse non ci troviamo, perché quando si é stato tanto é difficile ricominciare da poco, essere poco. A lui ho dedicato questi versi:


Vicini, vicini, vicini
quasi a indovinare il colore del tuo respiro
e poi lontani, lontani, lontani
divisi da spazi siderali e da muri d’insofferenza:
questi siamo noi, troppo vicini, troppo lontani
per essere cosa poi non so.
E ora io ti voglio riconquistare
ti sfido con le parole,
ti abbraccio stretto, ti violo,
con quella tenerezza che non ho mai capito
quanto ti infastidisca e se.
Ti cerco e poi d’improvviso smetto di farlo
ma ti voglio, quanto ti voglio
per essere quello che siamo stati
pensieri e parole
risate e intimità
cinismo e dolcezza;
per tutte le volte che mi hai abbracciato con gli occhi,
per tutte le volte che ti ho dato il mio pensiero,
per tutto quello che é stato e non é stato
nel nostro continuo esserci e non esserci
che forse é il modo per non essere troppo.
(perché sì, io sono la tua Musa ma il poeta tra me e te sono io)
Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in versi senza rima. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...