Allegro ma non troppo

Il barone mi ha consigliato questo libro ed io da brava bambina, nonché sua diletta allieva (tra un Tamagotchi un Humpty, un manzo e il sempiterno spettro del Sexy-lawyer, beninteso) mi sono affrattata a comprarlo e a leggerlo.
Ebbene "Allegro ma non troppo" di Carlo M. Cipolla, un illustre docente di Storia Economica, è davvero un libello piacevolissimo.
Raccoglie due saggi umoristici, "Il ruolo delle spezie (e del pepe in particolare) nello sviluppo economico del Medioevo" e il folgorante "Le leggi fondamentali della stupidità umana". Il suo stile è davvero grazioso, sei lì a leggere un divertissement nel caso del primo saggio e, nel caso del secondo, un’enorme provocazione intellettuale anche piuttosto sofisticata, sempre con il sorriso sulle labbra, anche quando da ridere davanti alla manifesta verità di ciò che è detto ci sarebbe poco.
Una parte dell’introduzione mi ha lasciato senza fiato per quanto mi trovi intimamente solidale e per come una cosa che ho sempre pensata possa essere espressa in così evidenti parole: "Chiaramente l’umorismo è la capacità intellettuale e sottile di rilevare e rappresentare l’aspetto comico della realtà. Ma è anche molto di più. Anzitutto… non deve implicare una posizione ostile bensì una profonda e spesso indulgente simpatia umana."
Quanto a "Le leggi fondamentali della stupidità umana", non c’è che dire, andrebbe mandato giù a memoria: conoscere gli idioti è l’unico modo per poterli sconfiggere… anche se by definition il problema dell’idiota è proprio il suo non agire secondo schemi logici.
E stramaledizione a me che ancora non me ne persuado!
L’edizione curata da "Il Mulino" è poi davvero di pregevole formato, soprattutto grazie alla presenza delle illustrazioni di Tullio Pericoli, che ha regalato al volume più di venti tavole.
Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in oggi ho letto. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Allegro ma non troppo

  1. anonimo ha detto:

    galeotto fu per me questo libello sedotta dall’uomo che me lo consigliò e mai abbandonata

  2. superegovsme ha detto:

    …beh allora speriamo che porti firtuna anche a me e al Barone!
    è davvero un ble libro e la morte di Cipolla, mi è stato detto dopo una lunga malattia, è stata una vera perdita.
    Ma ci conosciamo?

  3. anonimo ha detto:

    non quanto mi piacerebbe!
    forse avrei dovuto aggiungere “finora”, nella vita mai dire mai!

  4. superegovsme ha detto:

    ah mia cara, ho l’impressione che, tuoi impegni permettendo, avremo modo di approfondire, se non altro grazie a quel diavolo d’un feisbuc… certa che ti convenga? Non sono una droga ma genero dipendenza, come direbbe una vera blog star, la strega nel mio blogroll!

  5. anonimo ha detto:

    un dubbio mi assale: se rivelo al mio babysitter il motivo del suo reclutamento peggioro o miglioro la situazione?

  6. superegovsme ha detto:

    umm non saprei… quell’uomo sa essere imprevedibile… però, considerando che è molto più divertente che non lo sappiano le nostre varie coscienze, suggerirei di non dirlo e di ballare tutta la notte nei peggiori bar di caracas insieme!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...