Insulti vintage: Draghetto Basta!

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Per me tutto può diventare poesia, anche le situazioni più banali, anche quelle più evanescenti.

Perché io non vedo bene le persone, o forse le vedo troppo vedo come potrebbero, vorrebbero e in un certo senso dovrebbero, essere.

Io, da questo punto di vista, ho squarciato il velo di Maia; ma dovrei ricucirlo.

Perché vivo sulla terra e non nel mondo iperuraneo delle idee.

E pensare ad altro con i piedi puntati per terra, fa venire voglia di volare, e soprattutto (ciò che è peggio) che qualcuno voli con te.

…Come fly with me, come fly and fly again…

La storia che ispira questa poesia, potrei raccontarla, ma anche no (come direbbero i Gialappi) non cambierebbe poi molto.

Era una non storia, come sempre più di sempre (questo ragazzo non lo ho neanche baciato) senza senso, un viaggio della mia mente.

Ma pure ha avuto il suo perché, il Draghetto, così lo chiamavo (e così lo liquidai ex abrupto quando cagò troppo le palle per i suoi [attivi] e i miei [di angelica sopportazione in taluni frangenti] limiti: "Draghetto*, Draghetto basta!" con tono alla milanese spicatissimo),  infatti, mi regalò, così all’improvviso, "Peter Pan", dicendomi essere un libro che avrei dovuto leggere. Imperativo categorico.

Sono incline a credere che avesse ragione.

Così come si dovrebbe vedere "Neverland", forse non il miglior film di Johnny Depp, a sempre un bel film.



*ed il fatto che lui non sapesse che io lo chiamassi Draghetto e che contestualmente a questa frase gliene dicessi il motivo (secondo me somigliava all’immagine di Saphira, la dragonessa di Eragon, e questo no, mediamente, per la virilità di un uomo non è il massimo che si possa sentir dire la notte di Natale, quando le cose pare stiano andando in tutt’altro verso) rese la frase ben più ficcante.


Confesso che ho amato,

e che ho amato te

senza motivo, senza aver niente,

se non  frammenti di un sogno, se non una speranza.

Confesso che la mia testa, la mia immaginazione,

sono state ferme su di te,

ma erano scenari di quotidianità,

quelli che un qualsiasi amore può permettersi.

Il nostro, il mio,

non ha potuto.

Mio caro colpo di tuono,

appena più lento, di certo più fragoroso,

sei stato il primo ed oggi ballo sulle macerie di un noi,

che, poi, non è mai esistito.

Ma io, adesso, ho ancora negli occhi

il sapore di quelle ore di sogno, tenui, delicate,

a te cosa resta, se non qualche meschina e puerile crudeltà?

 

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in essere bionda, ex e altri criminali, lividi, versi senza rima. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Insulti vintage: Draghetto Basta!

  1. anonimo ha detto:

    ma tu quanti uomini ami contemporaneamente?

    tutti vogliono ego?
    ma ego chi vuole?
    e sopratutto cosa vuole?

  2. superegovsme ha detto:

    eh eh
    non amo nessuno ovviamente.
    e sempre uno per volta, se del caso.
    tutti vogliono ego? Sì sul momento lo dicevo prima, no.
    Posso risultare “curiosa” da vedere e questo inizalmente attrae poi le “robe” diventan più complicate, ma come succede un po’ a tutti (oddio a me più spesso e con più paradosso).
    Chi voglio? Una persona da amare e che mi ami, più di quanto io ami me stessa (e non è difficilissimo hihihih).
    Cosa voglio? Finalmente niente più di quello che ho.
    E tu?

  3. anonimo ha detto:

    io voglio come tutti gli esseri umani una persona che mi ami e che io amo, ma esistera’ sulla terra?

  4. superegovsme ha detto:

    Credo proprio di sì.
    Alle volte bisogna solo saper cambiare il proprio atteggiamento, aprirsi di più agli altri, buttare via quello che ci affligge, in una parola “scongelare” il proprio cuore.
    Poi le cose arrivano, anche se il tempo di attesa sembra lunghissimo, le distanze siderali.
    e poi magari quell’amore che vorremo destinare ad un uomo, ad una donna, si può dare anche agli altri, a tanti altri, quelli che si incontrano per strada, gli amici, la famiglia, e soprattutto se stessi.
    Ammappate oggi sono melica…

  5. anonimo ha detto:

    Io non ti conosco
    io non so chi sei
    so che hai cancellato con un gesto
    i sogni miei
    sono nato ieri nei pensieri tuoi…….

  6. superegovsme ha detto:

    …non ti chiedo sai quanto resterai, dura un giorno la mia vita, …
    ma l’avrò fermata insieme a VOI (stante l’eccezionale affollamento, tuo personale, I mean, prima che ti volgi a brutto!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...