Che riderissimo!

Una Sorellona desperate e non, una PZ che forse poi Lillino c’aveva ragione c’aveva, ed Ego.
Che bella serata.
Intanto se semo magnate la qualunque: quasi mezzo pollo arrosto, le patate al forno e un "robo" figoso al max… un rotolo di pasta di pane con abbondante formaggio (provola e pasta filata credo) frairielli e salsicce (e lo cosa più bella è che sto dimagrendo) con una bottiglia di vino da me portata ma non pregevole (Piedirosso Pompeiano, Terre di Sylvia I dunno who, ma non è il caso di soffermarcisi; a tal proposito a Casa Scola me so relazionata con un vino di Clelia Romano, quella sì che è una signora del vino).

E Pz voleva, voleva, voleva a tutti i costi un dolce.
Pensava perfino di andar a prendere i cornetti da Cornetti House che poi mo’ nun se chiama così (Ussignùr… quante volte dopo essermi venuto a prendere in disco Grupo ed Ego ci magnavamo l’inverosimile lì, ma anche a Capri, ops Berlenga I mean, Bomba ma soprattutto Briosce di Alberto sante now now… ricordo i miei stivali alla coscia, sì già a 15 anni, però senza tacco, sul cruscotto della Sylvia di paps… e lui come rideva e come dopo avermi tirato giù la gonna a coprire le coscette, me la riabbassava un cm se passava qualcuno…). E la Sorellona ce la stava pure mandando, lei che sta nell’antro della Sibilla ma che gentaglia frequento…
 Cmq che gentaglia frequento… chiamano il Grinch Greenwich… e se mettono in collegamento pure internazionale per calare le braghe tutti insieme!!!
What enormous iGnorance!!
Ma il climax è stato il mio diavolo d’un, perché io lo dicevo che era così ma qui sono circondata da mille e uno San Tommaso che se "non sbavano non credono"…
Però
Punto Uno: la Sorellona è la reginetta degli alberi di Natale, "lascia stà Titina, il rosbìff nun è arte toia"…
Punto Due: "PZ è un mito, io la………………………………………. LOVVO!"
 
Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in amichette, berlenga, diavolo dun feisbuc, grupariello. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...