Let me live!

Il senso del Natale è anche questo: VIVERE!
E non è facile, non ci sono istruzioni, sì, sì parlo ancora con te.
Non mi sono bastate le tre ore di ieri (che poi non son niente di trascendentale, fanno media inglese).
"Non ricordo se ti devo chiamare o meno; se vuoi chiamami tu, così ti dico SEMPRE le stesse cose! " perché tu sei un mito, sorella cara (Sorrentino docet)!
E alle volte è dura, perché le contingenze, perché le devianze, perché la stanchezza, perché il dolore, perché siam tutti impazziti, perché…
Sì ci sono mille scuse e son tutte verosimili, talvolta vere, perfino.
Ma…
Ma se non vivi tu, per te stessa, anche volendo non può farlo nessun altro.
Io non ho vissuto forse per 27 anni.
Anche se ho fatto tanto; un tanto che comunque ora mi ritrovo, anche se costruivo basi per vivere oggi e bene, anche se ho dato e avuto.
Ma non vivevo, perché non mi amavo, perché avevo problemi ad accettare le responsabilità verso me stessa.
Perché è più facile far i bravi, perché ce lo suggerisce l’educazione, la società, il contesto, i mezzi ed intellettuali e culturali; è più facile, infinitamente più facile di dire : "sono brava perché fa bene a me e per me oggi potrei, dovrei, vorrei, farò questo".
Dalla manicure, al rileggere la Bibbia, allo studiare il Buddhismo, al prendere una seconda laurea, ad approfondire temi filosofici che desideri scevrare, al migliorare la propria cultura, a lavorare al massimo delle proprie capacità, al riconoscere quali siano le persone per le quali buttarsi nel fuoco e quali quelle a cui dar solo la mano.
Perché il primo dovere è verso se stessi, diceva UN TALE.
E se lo diceva Lui…
E quindi io ora sto iniziando a volermi bene e per me è la cosa più difficile.
Perché io sono programmata per esser lieta, lieve, intelligentissima, coltissima, finissima, razionalissima, sensualissima (però stai attenta che non devi esser volgare), materna ma figlia, buona ma egoista… e tener su tutto questo è complesso.
Impossibile perfino.
Ma per me il latino è davvero una delle "lingue" e quindi: impossibilia nemo tenetur, Ego etiam, "de consequentia".
 Dunque da povero diavolo, come ogni angelo che scende sulla terra (e tutti lo siamo perché tutti siamo del Pensiero e non della relatà, disumana, disumanizzante), nel 2009 mi riprometto solo di amarmi.
Basta.
Quello che farò di più sarà una benedizione, di chi non lo so ancora.
Amarsi è già una benedizione: quella che impetro a "Giove Pluvio" per tutti.
E quindi "let me live", lo dica ognuno di noi, a se stesso.

Perché, alla fine dei discorsi, due sono le cose che possono impedirci di vivere: l’una è conosciutissima e un po’ fuoriluogo oggi, tutta nera (va bene che il nero è sempre di moda nevvero madamoiselle Cocò) e co sta caxxo de falce in mano, poi?!,  l’altra,

SIAMO NOI,

dannate e stolte creature.

 

Why don’t you take another little piece of my heart
Why don’t you take it and break it
And tear it all apart
All I do is give
All you do is take
Baby, why don’t you give me
A brand new start.

So let me live (so let me live)
Let me live (leave me alone)
Let me live, oh baby
And make a brand new start.

Why don’t you take another little piece of my soul
Why don’t you shape it and shake it ‘till you’re really in control
All you do is take
And all I do is give
All that I’m askin’
Is a chance to live

(so let me live) – so let me live
(leave me alone) – let me live, let me live
Why don’t you let me make a brand new start

And it’s a long hard struggle
But you can always depend on me
And if you’re ever in trouble – hey
You know where I will be (have you understood?!)

Why don’t you take another little piece of my life
Why don’t you twist it, and turn it
And cut it like a knife
All you do is live
All I do is die
Why can’t we just be friends
Stop livin’ a lie

So let me live (so let me live)
Let me live (leave me alone)
Please let me live
(why don’t you live a little)
Oh yeah baby
(why don’t you give a little love…? )

Let me live
Please let me live
Oh yeah baby, let me live
And make a brand new start

Take another little piece of my heart now baby
Take another little piece of my heart now baby
Take another little piece of my soul now baby
Take another little piece of my life now baby
In your heart, oh baby
(take another piece, take another piece)
Please let me live
(take another piece, take another piece)
Why don’t you take another piece
Take another little piece of my heart
Oh yeah baby
Make a brand new start
All you do is take
Let me live

Ussignùr, sta chanson come piaceva al Fratellino, grande amante dei Queen, sempre troppo avanti!

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in amichette, essere bionda, il fratellino, lividi. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Let me live!

  1. ginoelalfetta ha detto:

    Bravissima! decisamente il miglior proposito per l’anno nuovo!e a parte i vari “intelligentissima, coltissima, finissima…” e via così (io sono solo Cugi Paura 😉 ) mi ritrovo pienamente in quello che hai scritto. e, allora, permettimi di prendere in prestito il tuo buon proposito e farlo anche un po’ mio.
    see you later, Ego!

  2. ginoelalfetta ha detto:

    Bravissima! decisamente il miglior proposito per l’anno nuovo!e a parte i vari “intelligentissima, coltissima, finissima…” e via così (io sono solo Cugi Paura 😉 ) mi ritrovo pienamente in quello che hai scritto. e, allora, permettimi di prendere in prestito il tuo buon proposito e farlo anche un po’ mio.
    see you later, Ego!

  3. superegovsme ha detto:

    Grazie Cugi bella!
    No Cugi no fear, no Cugi, no fear!
    E vedrai, quest’anno sarà il nostro.
    Anche perché non è bisesto dein per ciò stesso funesto!
    a plus tard!

  4. superegovsme ha detto:

    Grazie Cugi bella!
    No Cugi no fear, no Cugi, no fear!
    E vedrai, quest’anno sarà il nostro.
    Anche perché non è bisesto dein per ciò stesso funesto!
    a plus tard!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...