When you believe

Questa canzone ha per me un significato particolarissimo.
Per me è davvero importante.
Era the main soundtrack di un film che ho adorato: "Il principe d’Egitto".
Il primo cartone della Dreamworks.
Un film del 1998.
Meraviglioso.
Semplicemente.
Pauroso perfino perché molto fedele al testo dell’Esodo e con il Vecchio Testamento,  il colpo di scena è sempre garantito.
Nel Dio degli ebrei c’è una spietatezza e un rigore che non ha nulla di umano.
Giustamente, direte voi: è Dio.
Beh ma lo stesso Dio, mi suggerisce qualcuno, poi ha deciso di diventare uomo. E far quello che ha fatto.
Poiché secondo me non è stata proprio una cosa così organizzata all’ultimo momento, e poi se non erro per Dio (ebreo o cristiano) il tempo non è un problema, come per Bill Gates i 500 euro, allora non capisco come mai nella versione beta, come si suol dire tra noi nerds (oddio io nerd? il n’est peut etre pas!), fosse così "fumantino" e in quella Alfa così paziente.
Del "povero" Holy Ghost non parlo, perché fa un po’ sempre la fine di Grippo…
Comunque le mie lontane conoscenze di catechesi mi fan ricordare che dovrebbe esser l’emanazione di Dio sulla terra, quella Colomba che torna da Noè, il campanello che fà saltare il cuore della gente in alcune particolari situazioni, l’allegria che fece esultare la folla all’ingresso di Gesù a Gerusalemme (certo era la stessa gente che quando il povero Grippo, voglio dire Holy, se n’era andato ha poi chiesto la liberazione di Barabba e che comunque urlava davanti a Dio o ad un altro essere umano- e a mio giudizio non è che sia poi tanto meglio- "Crucifige, crucifige").
Insomma lo "spiritoso Santo, Spirito Santo" (cit. meglio non appropriarsi mai delle blasfemie altrui, fà ste robette qua.
Comunque insomma per gli Ebrei il Padre è un tantino autoritario.
Diciamo che non ammette tentennamenti.
Eppure gli Ebrei sperano e agiscono.
Questo film è intriso di etica ebrea; ed è un gran film.
Perché il suo insegnamento ci dice che, alla fine, l’Etica ebrea non è dissimile da Quella cristiana.
Del resto l’Etica filosoficamente è una.
L’insegnamento del film per me, e poi posso ovviamente sbagliarmi, è tutto in questa meravigliosa canzone interpretata da Mariah Carey e da Withney Houston, due eccellenti cantanti ma anche due emblemi di donne, sferzate dai dolori.
Una breve versione della canzone è anche nel corpo del film.
Si ode quando il popolo di Dio esce dall’Egitto e non è più schiavo dell’Egitto.
Non è più schiavo di Ramsete II il magnifico.
Colui il quale, fratello di Mosè, non voleva essere l’anello debole della propria dinastia.
Ramsete che portò alla disperazione il proprio popolo.
Ramsete che nelle Sacre Scritture morì travolto dal Mar Rosso.
Ramsete, che per la storia (e io sono un’aspirante appassionata di Egittologia) è Ramsete il grande.
Ramsete, quello che non vorrei errare ma venne appena prima del signor Akenaton.
Eh sì, eh già.
Son cose, vero Fran?
 
Many nights we prayed

With no proof anyone could hear
In our hearts a hopeful song
We barely understood
Now we are not afraid
Although we know there’s much to fear

We were moving mountains
Long before we knew we could
There can be miracles
When you believe
Though hope is frail
It’s hard to kill

Who knows what miracles
you can achieve
When you believe somehow you will
you will when you believe
In this time of fear
When prayer so often proves in vain
Hope seems like the summer bird
Too swiftly flown away
Yet now I’m standing here
My heart’s so full, I can’t explain
Seeking faith and speakin’ words
I never thought I’d say

There can be miracles
When you believe
Though hope is frail
It’s hard to kill
Who knows what miracles
you can achieve
When you believe somehow you will
you  will when you believe
Hey
Ooooh
They don’t always happen when you ask
And it’s easy to give in to your fears
But when you’re blinded by your pain
Can’t see the way, get through the rain
A small but still, resilient voice
Says hope is very near
, ooh
There can be miracles
When you believe
Though hope is frail
It’s hard to kill
Who knows what miracles
You can achieve
When you believe somehow you will
Somehow you will
You will when you believe
You will when you
You will when you believe
Ooh ooh ooh
When you believe
When you believe
Just believe
When you believe
It’s you when you believe…

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in cinefilia, essere bionda. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...