Oggi pomeriggio vado a teatro.

Ieri sera ho visto una piccola presentazione.
Ma oggi pomeriggio ci dovrebbe essere l’intera messa in scena (o forse in scema, visto che io ne sarò la protagonista).
Al teatro dell’assurdo, via dei matti numero zero , perché, sì: tutto si tiene, calcheranno i legni, attori di alto profilo, per un’innovativa (ma rispettosissima delle tradizioni, nè poteva essere altrimenti) realizzazione de "I Menaechmi" di plautina memoria.
Special guest star: SuperEgoVsMe (ma sta arrivando Baffone, eh, sta arrivando!).
Se succederà e sopravviverò sarete i primi a sapere dell’accoglienza della critica.

Antefatto- Scena prima- Luogo: somewhere over the rainbow e casa, interno.
Il satiro è forse immerso nella giudecca.
Ego stesa molle (Venere perdente sul "vomitillo") sul divano, svegliata as usually dal cellulare che squilla (Nuova legge di Murphy: "appena collasserete, il vostro cellulare squillerà. E se sarete ancora confusi, sarà la telefonata nella quale avreste dovuto esser più che attenti.")

Omissis
(del resto son frammenti arcaici…)

Ego: "Ora non rubare le battute, devo sottolineare eccellenti, di tuo fratello."
Menaechmo satiro: "Ma quella battuta l’ho fatta io, SuperEgo!" (errore, errore, Lui, miaaaaaaaaaaaaaaaaaao!, non avrebbe mai detto ‘sta stoltezza)
Ego: "Beh mi compiaccio del fatto che io fossi più che persuasa di star parlando con tuo fratello…"

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in essere bionda, ex e altri criminali. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Oggi pomeriggio vado a teatro.

  1. AsceMico ha detto:

    Teatro magico solo per pazzi?

  2. superegovsme ha detto:

    oddio solo per pazzi non so…
    certo non per tutti, sai Ionesco piaceva poco e io, mio malgrado, gli faccio una pippa!!!!!

  3. Isdenora ha detto:

    AdoVo!!!
    Ho scoperto al liceo quanto Plauto fosse divertente. Meglio: l’ ho scoperto dopo perchè al liceo ero troppo impegnata a cercare parolaccie e imprecazioni nei testi!
    Però un nome chemi ha fatto soffrire già solo per imperarlo m’ è rimasto: Pirgopolinice!

    …e ora assalgono anche dei dubbi, la mia unica certezza!

    *_*

  4. superegovsme ha detto:

    oddio Pirgopolinice non me sovviene!
    Plauto era un grandissimo, anche se ammetto che Aristofane in certe cose lo sorpassasse.
    Quello che Plauto ha di micidiale è che se ci pensi ha dettato dei canoni per commedia che tutt’ora valgono.
    Non a caso proprio i Menaechmi sono stati ripresi più volte nella storia della commediografia umana.
    E noi italiani con queste orgini, con la commedia dell’arte, con Goldoni, con Pirandello, con Eduardo (che io da brava napoletana venero) ora ci ritroviamo…
    no ma non li voglio neanche nominare…
    sul mio blogghettino tenero tenero certe cosacce non devono esserci.
    Isde…
    Tvb bacino, sei dolce sempre anche nella tua versione “secchia” (oddio te la ricordi la “Secchia rapita”?)

  5. AsceMico ha detto:

    (E’ il teatro in cui il lupo della steppa è invitato a distruggere il suo Io, nel caso non lo ricordassi)

    Di Ionesco avevo parlato nella tesina sulla satira, per il diploma. Ovviamente non ricordo una pippa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...