Solo per te…

Camminare nella lieve pioggia,
cercare tra la gente,
le lacrime della volta scendon lente,
son schizzi più che altro.
La testa piena di idea,
le scarpe di ricordi,
le mani forse stanche,
gli occhi celati dalla falda viola del cappello.
E poi il telefono ed un amico
che è più di questo,
il mio fratello,
e camminare, camminare alla ricerca.
Alla ricerca, alla ricerca,
in attesa.
Ma Godot è già arrivato,
per questo latro a chi vuol vendermi il senso della vita,
a me, questa poi, e per telefono,
io che lo ho trovato coi chiodi nelle mani,
io che l’ho trovato rischiando di perdermi.
E io cammino, cammino e nonostante tutto questo aspetto.
Aspetto ciò che ho già.
Ma aspetto di vederlo riflesso in altri occhi,
non mi bastano i miei,
adesso naturali,
non mi basta sentirlo riflesso nei sorrisi che provoco,
non mi basta avvertirlo anche nella carne,
non mi basta,
non mi basta niente,
quando ho la necessità
di incontrare il destino,
racchiuso, imprigionato,
sotto due linee nere.
Cosa fai tu mi tenti?
Vuoi veder se ti resisto?
Vuoi sentir che nonostante tutto e tutto io ti capisco?
E hai ragione pure te,
non possiam far i bambini
ma forse prima che ci estinguessimo
siamo stati assai vicini.
Forse quell’usta che ho sentito
e che tu sentivi sempre,
non è altro che un file,
tatuatoci nella mente.
E per questo io cammino,
odiando la mia idiozia,
che non riesce a farmi usare,
della numerologia la forza,
dell’emancipazione il "coraggio",
posto che in tanto si nasconda,
della libertà, l’iniziativa.
Io da donna del settecento,
cammino per la mia via,
attendendo solamente che non sia più solo mia.

Mischiamo pure il sacro al profano…

Solo per te,
convinco le stelle
a disegnare nel cielo infinito
qualcosa che somiglia a te.
Solo per te
io cambierò pelle,
per non sentir le stagioni passare

senza di te.
Come la neve non sa
coprire tutta la città,
come la notte
non faccio rumore
se cado è per te.
Come la neve non sa
coprire tutta la città,
come la notte
non faccio rumore
se cado è per te.
è per te
è per te
è per te
Come la notte
non faccio rumore
se cado è per te
come la notte
non faccio rumore
se cado è per te
come la notte
non faccio rumore
se cado è per te.
Come la notte
non faccio rumore
se cado è per te
Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in essere bionda, versi senza rima. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...