Quante me ne fa pensare Cuccio-chan!

Che album signori e signore che album "Il cielo capovolto" del 1995, Ego era piccola ma già lo adorava perché la poesia è sempre stata in me, ed in quest’album, famoso per "Il tuo culo ed il tuo cuore" canzone graziosa ma neppure lontanamente paragonabile a quello che c’è  oltre a d essa, Vecchioni parla di poesia, traduce in musica la poesia.
E parliamo di Pessoa, di Saffo, non di baubau miciomicio, per citare "Striscia" che a priori non andrebbe mai citata.
Insomma quest’album…
Ce lo contendevamo a casa.
Alla fine arrivò nelle zampe di chi aveva le braccia più lunghe: il Grupetto e come tutte le cose che le sue lupesche zampette arraffavano  andò perduto in saecula saeculorum.
Ma è bene così, così mi ricorderò sempre il suo sorriso birbantello e quegli occhi scintallanti (altroché e quelli di certo verdi):
"Briciulì e quando mai… ce l’avevi tu!"

Le lettere d’amore- Roberto Vecchioni.

Fernando Pessoa chiuse gli occhiali,
si addormentò
e quelli che scrivevano per lui
lo lasciarono solo,
finalmente solo…

Così la pioggia obliqua di Lisbona
lo abbandonò
e finalmente la finì di fingere fogli,
di fare male ai fogli…

E la finì di mascherarsi dietro tanti nomi,
dimenticando Ophelia
per cercare un senso che non c’è
e alla fine chiederle:
"scusa se ho lasciato le tue mani,
ma io dovevo solo scrivere, scrivere
e scrivere di me…"

E le lettere d’amore,
le lettere d’amore fanno solo ridere.
Le lettere d’amore
non sarebbero d’amore,
se non facessero ridere.
Anch’io scrivevo un tempo lettere d’amore
anch’io facevo ridere;
le lettere d’amore, quando c’è l’amore,
per forza fanno ridere.

E costruì
un delirante universo senza amore,
dove tutte le cose
hanno stanchezza di esistere
e spalancato dolore.

Ma gli sfuggì che il senso delle stelle
non è quello di un uomo,
e si rivide nella pena di quel brillare inutile,
di quel brillare lontano…

E capì tardi che dentro
quel negozio di tabaccheria
c’era più vita di quanta ce ne fosse
in tutta la sua poesia;
e che invece di continuare a tormentarsi
con un mondo assurdo
basterebbe toccare il corpo di una donna,
rispondere a uno sguardo…

E scrivere d’amore,
e scrivere d’amore,
anche se si fa ridere;
anche quando la guardi,
anche mentre la perdi
quello che conta è scrivere.
E non aver paura
non aver mai paura
di essere ridicoli;
solo chi non ha scritto mai

lettere d’amore

fa veramente ridere.

Le lettere d’amore,
le lettere d’amore,
di un amore invisibile;
le lettere d’amore
che avevo cominciato
magari senza accorgermi;
le lettere d’amore
che avevo immaginato,
ma mi facevan ridere
magari fossi in tempo
se avessi ancora il tempo
  per potertele scrivere…

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in essere bionda, grupariello. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...