Recidi, nella notte, forbice quel volto.

Gioia di vivere sempre e comunque,
perché sei lieve come lo zefiro,
e bella come uno sporadico raggio di luce,
in un giorno che non piove, no
ma è assurdamente grigio.
Gioia di essere te stessa
e che te stessa.
Ma poi chissà se tu lo sai.
Tu che sopporti sempre
e ora forse vorresti non sopportare.
Ti ho sentita sempre davvero
ma quest’estate,
coi tuoi ricordi,
una cena a lume di candela
e quell’uomo che ti ha conquistata sempre,
ogni giorno,
continuamente,
chissà se l’ha capito che una parte del tuo cuore è ancora in quella torre.
Chissà se sa cosa hai fatto per sua madre,
chissà se avrebbe sperato di avere a fianco una donna come te,
lui che pure ti amava.
Forse venerandoti,
non sapeva, però,
che quella principessa,
così ti chiamava nevvero l’uomo della tua vita?,
si sarebbe trasformata in imperatrice.
Non si sarebbe piegata mai.
Neppure ora.
Neanche adesso.
In questo momento in cui la prova
è la più difficile.
Lascialo volare il tuo aquilone bambina.
Ma tu il rocchetto lo hai già lasciato.
Forse l’aquilone che ti ha creato
nonostante tutto non vuol volare,
non sa volare,
perché non vuol restare senza te.

Io ti voglio bene, lo sai.
Ti voglio bene, te lo dicevo e anche molto spesso, non nascondendo niente più adesso.

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in versi senza rima. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...