Futura.

Ecco l’ennesima delle canzoni che mi fanno vibrare…
Ma vibrare forte, mi ricorda dei non ricordi, nel senso che non è legata a nulla eppure mi fa vaggiare con la mente…
La adoro, la canto spesso, anche se è bestiale, molte canzoni di Lucio Dalla sono bestiali, la canto e sono felice, perché davvero non lo so dove metterò domani le mani ma sono convinta che sarà in un bel posto, su di una bella situazione, tra due altre belle mani, belle davvero perché belle per me…

Chissà, chissà, domani
su che cosa metteremo le mani,
se si potrà contare ancora le onde del mare
e alzare la testa
non esser così seria,
rimani.
I russi, i russi, gli americani,
no lacrime non fermarti,
fino a domani,

sarà stato forse un tuono,
non mi meraviglia è una notte di fuoco,
dove sono le tue mani?
Nascerà e non avrà paura nostro figlio.
E chissà come sarà lui domani,
su quali strade camminerà, cosa avrà nelle sue mani,
le sue mani,
si muoverà e saprà volare,
nuoterà su una stella,
come sei bella!
E se è una femmina si chiamerà Futura…
il suo nome detto questa notte mette già paura,
sarà diversa, bella come una stella sarai tu in miniatura,
ma non fermarti voglio ancora baciarti,
chiudi i tuoi occhi e non voltarti indietro
e tutto il mondo sembra fatto di vetro
e sta cadendo a pezzi come un vecchio presepio.
Di più muoviti, più in fretta di più, benedetta,
più su, nel silenzio tra le nuvole più su
che si arriva alla luna, sì la luna
ma non è bella come te questa luna,
è una sottana americana.
E allora su, mettendoci di fianco, più su
guida tu che sono stanco più su
son sicuro che c’è il sole
ma che sole
è un cappello di ghiaccio questo sole
è una catena di ferro,
senza amore, amore, amore, amore, amore…

Lento, lento adesso batte più lento,
ciao come stai?
il tuo cuore lo sento
i tuoi occhi così belli non li ho visti mai
ma adesso non voltarti voglio ancora guardarti,
non girare la testa,
dove sono le tue mani?
Aspettiamo che ritorni la luce,
di sentire una voce,
aspettiamo senza avere paura
              DOMANI!

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in essere bionda. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...