Farewell…

I’m gonna make a change,
for once im my life
It’s gonna feel
real good,
gonna make a diference
Gonna make it right…
As I turn up the collar on
my favorite winter coat
This wind is blowing my mind
I see the kids in the streets,
with not enought to eat
Who am I to be blind?
Pretending not to see their needs
A summer disregard,
a broken bottle top
And a one man soul
They follow each other on the wind ya’ know
‘Cause they got nowhere to go
That’s why I want you to know
I’m starting with the man in the mirror
I’m asking him to change his ways
And no message could have been any clearer
If you wanna make the world a better place
(If you wanna make the world a better place)
Take a look at yourself, and then make a change
(Take a look at yourself, and then make a change)
(Na na na, na na na, na na, na nah)
I’ve been a victim of a selfish kind of love
It’s time that I realize
That there are some with no home, not a nickel to loan
Could it be really me,
pretending that they’re not alone?
A willow deeply scarred, somebody’s broken heart
And a washed-out dream
(Washed-out dream)
They follow the pattern of the wind ya’ see
‘Cause they got no place to be
That’s why I’m starting with me
(Starting with me!)
I’m starting with the man in the mirror
(Ooh!)
I’m asking him to change his ways
(Ooh!)
And no message could have been any clearer
If you wanna make the world a better place
(If you wanna make the world a better place)
Take a look at yourself, and then make a change
(Take a look at yourself, and then make a change)
I’m starting with the man in the mirror
(Ooh!)
I’m asking him to change his ways
(Change his ways – ooh!)
And no message could have been any clearer
If you wanna make the world a better place
Take a look at yourself and then make that..
(Take a look at yourself and then make that..)
CHANGE!
I’m starting with the man in the mirror
(Man in the mirror – Oh yeah!)
I’m asking him to change his ways
(Better change!)
No message could have been any clearer
(If you wanna make the world a better place)
(Take a look at yourself and then make the change)
(You gotta get it right, while you got the time)
(‘Cause when you close your heart)
You can’t close your… your mind!
(Then you close your… mind!)
That man, that man, that man, that man
With the man in the mirror
(Man in the mirror, oh yeah!)
That man, that man, that man,
I’m asking him to change his ways
(Better change!)
You know… that man
No message could have been any clearer
If you wanna make the world a better place
(If you wanna m
ake the world a better place)
Take a look at yourself and then make the change
(Take a look at yourself and then make the change)
Hoo! Hoo! Hoo! Hoo! Hoo!
Na na na, na na na, na na, na nah
(Ooooh…)
Oh no, no no…
I’m gonna make a change
It’s gonna feel real good!
Cause I run UPT!
(Change…)
Just lift yourself
You know
You’ve got to stop it,
Yourself!
(Yeah! – Make that change!)
I’ve got to make that change, today!
Hoo!
(Man in the mirror)
You got to
You got to not let yourself…
brother

Hoo!
(Yeah! – Make that change!)
You know – I’ve got to get
that man, that man…
(Man in the mirror)
You’ve got to
You’ve got to move! Come on!
Come on!
YOu got to…
Stand up! Stand up! Stand up!
(Yeah! – Make that change)
Stand up and lift yourself, now!
(Man in the mirror)
Hoo! Hoo! Hoo!
Aaow!
(Yeah! – Make that change!)
Gonna make that change…
come on!
You know it!
You know it!
You know it!
You know it…
(Change…)
Make that change.

Non c’è dubbio che Michael Jackson ne abbia fatti di cambiamenti.
Non c’è dubbio che abbia fatto la differenza.
Nella storia della musica, nel modo di percepire la celebrità, nella sua stessa vita.
Fare un bilancio di quello che ha fatto e di quello che ha rappresentato come artista, come essere umano, è qualcosa che per me adesso non ha senso, un qualcosa di cui forse non sarei neanche capace.
So solo che è triste avere perso un artista di quel calibro, so solo che le tante delle sue note sono nella mia testa.
Nessuno mai sarà come lui.
Addio, Re del Pop.

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in essere bionda. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Farewell…

  1. paluca ha detto:

    Credo di aver ascoltato talmente tanto il vinile di “Thriller” da averci lasciato davvero i solchi…
    Grazie Michael per la musica che ci hai lasciato per sempre

  2. MADMATH ha detto:

    e le accuse di pedofilia ecc? diamine, con tutti i soldi che aveva…ma lo perdoniamo ora che è morto? per fortuna la musica è umana ma non è…un uomo (nè maschio nè femmina) …

  3. faithandlove ha detto:

    “Thriller” l’avrò sentito alla nausea, e penso che ormai resterà nella storia (e non solo per i 109 milioni di dischi venduti..), so però anche che lui nel tempo è cambiato, e molto, fino alla morte, tragica e assurda (per uno che volevsa essere immortale..)

  4. ivegottheblues ha detto:

    @ Madmath, è stato scagionato in pieno, e non ci sono mai state prove al riguardo. Secondo me un uomo che non è mai cresciuto, che è restato sempre bambino, si circondava di altri bambini solo per vivere quell’infanzia che non ha mai avuto, non può fare male ad un altro bambino.

    Supergovsme, grazie per il bel post!!!

  5. neveinsonne ha detto:

    l eterno bambino che aveva paura d invecchiare e morire..mi è piaciuto da quando avevo 5 anni.nessuno poteva toccare il telecomando quando trasmettevano i suoi video…

  6. yllo ha detto:

    Preferisco Farewell di Guccini…

  7. elasM3 ha detto:

    man in the mirror…canzone stupenda, piena di significato ed eterna, come chi l’ha scritta d’altronde…è vero, non ci sarà più nessuno come lui, almeno adesso la smetteranno di condannarlo…

  8. FSabrina ha detto:

    E’ stato un grande e lo rsterà per sempre. Mi ha regalato delle emozioni senza eguali

  9. drimacus ha detto:

    quando ho cominciato ad appassionarmi di musica per conto mio, la cassetta di “Bad” ha cominciato a consumarsi nel mio stereo.
    era un’istituzione mondiale, al di là di ogni commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...