I tipi psicologici di Carl Gustav Jung.

Grazie al virtu-amico DarkAndLight, già famoso per preziosissimi consigli per i miei esperimenti di suicidio da ingestione d’acqua, ho scoperto il test "dei tipi psicologici" basato sulle teorie del caro vecchio amico Carl Gustav Jung – forse vi ricorderete di lui per film come "Prendimi l’anima" (Simpson-mania, portami via!).
La teoria dei tipi psicologici fu ideata dal famoso psicanalista negli anni ’20 per poi trovare grandissimo seguito e sviluppo in molta parte degli studi della personalità degli anni successivi; in particolare è stata utilizzata negli studi delle capacità relazionali dell’individuo, anche nell’ambito lavorativo.
Per Jung esistono due diverse categorie di soggetti gli
introversi – coloro i quali orientano la propria energia psichica verso i pensieri e i sentimenti – e gli estroversi – che, invece, la orientano verso le persone e i fatti – ; ognuno di noi, ovviamente, possiede entrambe le tendenze, ma una prevale nettamente sull’altra.
Oltre a tali orientamenti, per il famoso psichiatra esistono quattro funzioni psichiche che sono: pensiero, sentimento, sensazione e intuizione.
È tramite queste funzioni che possiamo adattarci al mondo e alla vita. Ma se il pensiero utilizza processi logici, il sentimento utilizza, invece, giudizi di valore; la sensazione percepisce i fatti quali essi sono mentre l’intuizione ne percepisce le possibilità recondite.
Possiamo dividere le funzioni in due coppie: pensiero/sentimento e sensazione/intuizione. Entrambe le coppie potrebbero essere graficamente rappresentate sulle braccia di una croce (e qui ci starebbe bene un disegnino ma figuramose…): la coppia sentimento/pensiero può esser posta sul braccio verticale della croce, l’altra in quello orizzontale. Pertanto sentimento e pensiero sarebbero agli antipodi così come senzazione e intuizione. Quindi ogni funzione potrebbe appoggiarsi ad una delle due funzioni che le stanno vicine ma non alla funzione che si trova ai suoi antipodi.
Così, la funzione pensiero si può appoggiare all’intuizione o alla sensazione, ma non al sentimento che rappresenta la sua funzione opposta.
Le funzioni opposte hanno però un elemento importante in comune. La coppia Pensiero-Sentimento è, secondo Jung, di carattere razionale mentre quella Intuizione-Sensazione è di carattere irrazionale. In questo contesto, razionale indica che pensiero e sentimento sono delle funzioni giudicanti che si basano su dei principi (consci o inconsci): infatti il pensiero utilizza principi logici, il sentimento principi di valore. Mentre irrazionale significa che intuizione e sensazione sono delle funzioni percettive che non si basano sul giudizio o su dei principi. La sensazione percepisce le cose, l’intuizione percepisce quello che sta dietro alle cose, senza giudizi, né logici né di valore. Questo parametro razionale-irrazionale o giudizio-percezione è di grande utilità perché consente di determinare la funzione predominante. Se per esempio in una persona prevale l’elemento percezione, sappiamo che la sua funzione dominante potrà essere l’intuizione o la sensazione ma non il pensiero o il sentimento.
Naturalmente, ciascuno di noi possiede ed utilizza le quattro funzioni, ma c’è sempre una funzione che tendiamo ad utilizzare meglio o più frequentemente. È la nostra funzione predominante.
La funzione seconda (l’altra funzione che usiamo meglio e più frequentemente) viene invece chiamata funzione d’appoggio.
Seguirà la funzione terza e, infine, quella inferiore.
Grazie alla combinazione tra l’orientamento principale del soggetto (estroverso o introverso)  e la "classifica" dell’utilizzo delle quattro funzioni, Jung ha creato 16 tipi psicologici anche se nelle sue opere ne ha illustrati solo 8.
Il test potete reperirlo gratuitamente su altamira cliccando sulla sezione test della homepage; è un questionario di 68 domande, il cui risultato è decisamente accurato.
Il mio risultato è stato questo:

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-style-parent:””;
font-size:10.0pt;”Times New Roman”;}

Questo è il tuo tipo psicologico:
 
Tipo ENF
 
 
Orientamento
Funzione dominante
Funzione d’appoggio
Funzione terza
Funzione inferiore
Tendenza
Estroverso
Intuizione
Sentimento
Pensiero
Sensazione
Percettiva
 

Questo tipo è motivato dalle novità e dalle possibilità che la sua intuizione riesce a cogliere. È curioso, entusiasta e pieno di interessi. Ha molti amici che lo apprezzano per le sue doti. È empatico, spesso divertente, capace di capire le motivazioni delle persone. È anche sensibile ai bisogni e ai sentimenti degli altri che spesso riesce a captare o a anticipare. Generalmente ama circondarsi di persone piuttosto che rimanere da solo. Attribuisce molta importanza al calore dei sentimenti ed è molto leale nei confronti dei suoi amici. È una persona sensibile che rischia a volte di prendere le cose in maniera troppo personale. È sensibile agli elogi di cui ha occasionalmente bisogno. Cerca di evitare le situazioni che comportano delle tensioni: fa fatica a sopportarle, a meno che non riesca a vederle come un problema interessante da risolvere. Ama infatti, come tutti i tipi intuitivi, affrontare e risolvere i problemi. Ai suoi occhi non c’è niente che non abbia una qualche soluzione! È dotato di molta fantasia e immaginazione e riesce spesso a trovare delle soluzioni brillanti e originali. È indipendente e non è un conformista. Difficilmente si lascia impressionare dall’autorità e dalle regole. Anzi, spesso usa la sua creatività per aggirare le regole se le considera inutili o superflue! La sua funzione inferiore è la sensazione. Questa situazione lo espone al pericolo di non avere i piedi per terra. Ha una gran quantità di idee ma può non essere in grado di valutare se sono realistiche e realizzabili. La sua incuranza nei confronti dei dettagli e dei fatti concreti può portarlo a essere disordinato e a non trovare quello che cerca. Non è generalmente una persona precisa. Detesta la routine e le procedure complicate. Appena una cosa diventa ripetitiva, ha tendenza ad annoiarsi. Ha quindi bisogno di variare le sue attività. Appoggiandosi più al sentimento che non al pensiero, questo tipo rischia di non dedicare tempo sufficiente all’analisi dei problemi, saltando troppo rapidamente alle conclusioni e andando incontro a degli errori. Sul piano del lavoro è più adatto ad avviare dei progetti che a stabilizzarli o consolidarli. È comunque spesso una persona molto dotata, in grado di fare bene quello che le interessa. Sul piano delle relazioni di lavoro non incontra particolari difficoltà. È un entusiasta, è interessato ai rapporti interpersonali e sa trattare con le persone.

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in essere bionda. Contrassegna il permalink.

27 risposte a I tipi psicologici di Carl Gustav Jung.

  1. iperipo3 ha detto:

    …urca…forse hai esagerato troppo con lo studio.
    Rallenta altrimenti rischi l’esaurimento e gli esauriti non li premiano.:-)

    Ip3

  2. DarkAndLight ha detto:

    aaah, vedo che hai gradito (e sopratutto, che non sei schiantata ingurgitando litri d’acqua) 😉

    Trovo sia molto accurato come test, senz’altro più delle ciofeche che si trovano in giro.

    D&L

  3. Salinaversosud ha detto:

    Fuori di test[..] Cito direttamente dal post di SuperEgo, dove potrete anche voi fare il test e magari ricopiare il vostro profilo nei commenti! Trovate il test in fondo al relativo post, seguendo le sue indicazioni. "La teoria dei tipi psicologici fu ideata dal fa [..]

  4. Salinaversosud ha detto:

    Meraviglioso. E’ scappato un post anche a me su questo test, non ho resistito…Io l’ avevo già fatto un paio di anni fa ed il profilo ad oggi è un po’ diverso (per fortuna!)

    Grande D&L e Grande Ego!

  5. barbara1971 ha detto:

    Mi sono incuriosita e l’ho fatto anche io!!!!
    Grazie e buona giornata!!!!!

  6. Salinaversosud ha detto:

    Uhuhhu praticamente invece del commento ti stavo ricopiando il post!

  7. PACommunication ha detto:

    Il risultato non fa altro che riportare le risposte date per un buon 70%.

  8. kirby ha detto:

    feci questo testo un annetto fa ecco il risultato. ovviamente geniale come me : Questo tipo introverso intuizione è probabilmente il più astratto di tutti i 16 tipi. Distaccato e intellettuale è dotato di una personalità complessa. è creativo, curioso ed è capace di percepire molto rapidamente e prima degli altri le possibilità o potenzialità che una situazione presenta. Possiede una grande capacità di concentrazione ed ha una notevole capacità di sintetizzare in maniera immediata le informazioni che riceve. Presta però una scarsa attenzione ai dettagli. Come tutti gli intuitivi, è stimolato dai nuovi problemi da risolvere. Riesce ad elaborare soluzioni originali ed argute ma è poco interessato dal metterle in pratica. La sua funzione inferiore è la sensazione. A questa caratteristica si aggiunge la sua introversione. Il risultato è una bassa propensione ad immergersi nel mondo o a cercare di dominarlo. Può avere difficoltà a prendere delle decisioni. Si muove con maggiore destrezza ed audacia nel mondo delle idee che in quello materiale. La forza delle idee può essere tale da fargli compiere delle imprese anche straordinarie, ma questo tipo corre il rischio di trascurare aspetti importanti della realtà e di perdersi nei suoi pensieri. è comunque sicuramente più adatto ad avviare un progetto che non a stabilizzarlo o a gestirlo quando è diventato maturo. Malgrado una frequente timidezza in ambito sociale, possiede una marcata sicurezza o forza interiore. è molto indipendente, poco influenzabile, scettico. Sovente capace di ironia. Nelle situazioni di crisi o molto complesse sa mantenere la calma ed esser paziente. è in compenso molto impaziente con i dettagli di routine. Grazie alla sua funzione secondaria, il pensiero, è una persona molto logica e analitica. Possiede pertanto un ottima capacità di organizzare le sue intuizione. è molto aperto alle nuove idee. Sul piano delle relazioni possiede una certa difficoltà di comunicazione: la sua tendenza ad essere astratto e intellettualmente preciso rischia di renderlo poco chiaro ai comuni mortali! Inoltre non è particolarmente portato a prestare attenzione agli aspetti che appartengono alla sfera emotiva e sentimentale. Esteriormente viene percepito come una persona calma e riservata. Sul piano professionale può svolgere lavori intellettualmente impegnativi. è bene che eviti lavori con dettagli di routine. Le sue capacità di sintesi e innovazione possono essere preziose per risolvere problemi anche molto complessi.

  9. giotto81 ha detto:

    mi è “uscito” lo stesso risultato.
    mi sono preoccupato.
    per fortuna mento sempre nei test.
    ma tutti mentiamo, parlando di noi.

  10. IlMendicoCieco ha detto:

    Abbiamo lo stesso Jungtipo, EGO!

    😀

    Un abbraccio

    M.

  11. Malensa ha detto:

    Ti ho trovata, silente lettrice 🙂
    Allora, Jung e’ vecchio.
    Affascina, suggestiona, ma e’ vecchio e le sue teorie oggi perdono valore anche se la lobby degli psicanalisti impone ancora queste dottrine.

    Leggi Il Cervello Tripartito di McLean! Un libricino simpaticissimo.
    Poi leggi Oliver Sacks. Una recensione la trovi sul mio blog, in zona Divulgazione scientifica.
    Ne rimarrai incantata e penso che … avrai materiale da utilizzare per te, i tuoi interrogativi e questa tua voglia di capire!

  12. lindeza ha detto:

    cara SuperEgo, ho fatto il test e.. boh non mi relaziono molto bene con i test. ad ogni modo, per risponderti, come mi va? praticamente non va, tutto impantanato e immobile..e non sembra voler migliorare! ma almeno faccio dei test interessanti…!

  13. pierthebear ha detto:

    èèè!!!!mi sembrava di essere su wikipedia…l’ho letto tre volte!!!ma sono ancora confuso….scusa Ego dormo ancora un paio d’ore e poi torno e faccio il test…ciaoooo ;-=)

  14. iBorisse ha detto:

    Interessante ho fatto anch’io il test e mi riconosco nel risultato (EST) e nella sua descrizione. Grazie che di lavorare non ho voglia e mi hai dato un diversivo… buona giornata

  15. Steinberger ha detto:

    Il mio problema, in questi casi, è che, per esempio, ad una domanda tipo “Tendi più a decidere sulla base dell’istinto o della razionalità”, io comincio a fare distinzioni, casi particolari, eccezioni…
    In ufficio decido così, al ristorante decido cosà, prima di baciare una ragazza tiro i dadi dell’I-Ching…
    Non so, esiste una personalità tipo “patchwork”?

    Bel post, comunque.

  16. superegovsme ha detto:

    @iperipo3: sono un donnino molto accurato io!!!
    @DarkAndLight: per il momento non ancora… glu glu glu! a me è piaciuto assai!
    @Salinaversosud: lo sapevo che ti avrebbe stuzzicata!! conosco le mie Saline! grazie per la citazione!
    @barbara1971: figurati!!! un buon passatempo in questo caldo agosto.
    @PACommunication: beh così non ci sono sorprese di sicuro 😉
    @kirby: lo stesso risultato che ha avuto mia madre!!!
    @giotto81: ma come preoccupato dovresti essere gaudente al massimo! 🙂
    @IlMendicoCieco: baci baci a te!
    @Malensa: grazie dei suggerimenti! allora mi darà a queste dotte letture. sai io in realtà volevo fare la psichiatra… pensa te!!
    @lindeza: pensa in ogni caso che agosto è il mese della stasi per definizione. è difficile che si muova qualcosa in questo mese, sono certa che a settembre le cose avranno una svolta. bacissimi.
    @pierthebear: ma come wikipedia?! almeno sulla Trecani!!! ahahhaah sì sì fammi sapere il tuo risultato bell’orsetto mio!
    @iBorisse: buona giornata a te! ps: hai tutto il diritto di non aver voglia di lavorare!! tieni duro

  17. superegovsme ha detto:

    @Steinberger: grazie! effettivamente mi sono un po’ documentata prima di farlo!!
    cmq quando incontri domande alle quali non hai una risposta precisa puoi lasciarle in bianco. se sarà necessario per individuare il tuo tipo, te ne faranno delle altre! ah questi di altamira pensano a tutto!!!
    Cmq sei troppo forte!! ti consiglio di usare anche l’un di venti di Dungeons and Dragons per prendere le tue decisioni: con venti facce sai quante soddisfazioni potrai prenderti! oltrettutto è un dado bellissimo!!

  18. anacreontica ha detto:

    ho avuto tre risultati diversi
    che sia una e trina non mi pare probabile, quindi sarò un tipico caso di personalità multiple?
    va be’, tutte noi, ti auguriamo un’ottima giornata ;D

    p.s. meglio Batheson, Racamier…

  19. Soami ha detto:

    Grazie per la visita, non ho saputo resistere e ho fatto il test: introverso-intuitivo

  20. pierthebear ha detto:

    ciao Ego…nn credo tanto alla classificazione schematica di tutti noi..siamo troppo diversi e complicati..pero sinceramente mi ci vedo nel profilo che nè uscito…brava Blogstar e grazie della lezione 😉 aloaaaaa!!!!

  21. mulholland88 ha detto:

    adesso m’hai incuriosita… ok proviamo questo test.. poi pubblicherò il risultato così il mondo riderà di me (e con me) 🙂 baci baci

  22. Steinberger ha detto:

    Un dado a 20 facce?
    Oddio.
    Ne sarebbe entusiasta Due Facce… e Batman non avrebbe più scampo.

  23. callettino ha detto:

    Jung era un grande, la compensazione dell’Io psicologico è una verità eterna, laddove l’inconscio agisce sempre per sopperire a una mancanza. Più di Freud, Jung mi ha saputo aprire le porte della psiche, non a caso ci ho scritto sopra un romanzo. Queste sono letture che ti fanno fare il salto di qualità e che nessun uomo di cultura può permettersi di non leggere. Ciao.

  24. mErchesa ha detto:

    Hai letto anche Sibaldi?

  25. superegovsme ha detto:

    @anacreontica: pare che cambi con l’evoluzione del carattere… poi chissà.
    @Soami: questo test è andato a ruba!
    @pierthebear: baciotti orsetto!
    @mulholland88: 🙂
    @Steinberger: prodigioso, no?!
    @callettino: sono volata sul tuo blog: complimenti per il libro! e buona fortuna!
    @mErchesa: ammetto una crassa ignoranza su Sibaldi e anche “googolandolo” non ho capito chi è. Ti riferisci a Igor? E cosa mi consiglieresti di leggere? Ciao e grazie per l’idea.

  26. MarcelloPhoenix ha detto:

    Ho tutti i suoi libri almeno quelli tradotti in italy …

    Jung disse:

    “Ognuno di noi è nato in un determinato istante in un determinato luogo, e come i vini d’annata possiede le qualità dell’anno e della stagione in cui è nato”.

  27. superegovsme ha detto:

    @MarcelloPhoenix: è il terroir che fa la differenza 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...