Oca nera Irish pub.

Beh per fare le recensioni si deve essere ben precisi e puntuali.
Quindi quest’ "Oca Nera" stava attendendo la sua recensione da gennaio, circa.
Fu, infatti, location del primo "panino giusto del lunedì"con Zory.
Dopo di allora ci sono andata una volta con SuperMog e Mammabis, e poi ieri e l’altro ieri – per la serie repetita iuvant et dietiam se etiam fottet – prima con le amichette e poi con un gruppo d’assalto composto da: SuperMog, l’ing, la sua carerrima consorte e la cannibale, voglio dire Mammabis.
Direi quindi che ora ho un certo sguardo d’insieme sulla situazione.
L’ "Oca nera Irish pub" è un grazioso pub di tipo irlandese, come il nome opportunamente sottolinea, nel cuore del Vomero: si trova, infatti, a pochi passi da Piazza Vanvitelli, in via Bernini.
Il piccolissimo ingresso, posto al fianco di un altro ristorante, cela, alla fine di una breve scalinata, un locale ampio e piuttosto curato.
Numerose sono le sale e salette che garantiscono, quindi, oltre ad un cospicuo spazio (non so ipotizzare nemmeno quanti coperti abbia, ma davvero un numero notevole) anche una certa armonia della disposizione: si evita l’effetto camerone e anche l’eccessivo rimbombo dell’acustica con gli altri tavoli.
I dettagli sono numerosi, l’ambiente è caldo e confortevole e d’estate ottimamente climatizzato: si sta piacevolmente senza rischiare l’ibernazione (e se lo dico io che non sono affatto freddolosa, vuol dire davvero che in alcuni locali il termostato è rotto) che in altri ristoranti e pub napoletani è più di una probabilità.
Menzione particolare ai bagni: molto carini e pulitissimi, ampi con distinzione tra uomo e donna e una piccola saletta di attesa.
E però la "carineria" formale non è affatto l’unico punto di forza del locale che prevede, invece, una cospicua scelta di birre tutt’altro che scontate e commerciali (e – ho adocchieggiato ieri, ma solo alla fine, purtroppo, e in maniera disattenta – anche una scelta dei vini, sulla cui validità, però, per quanto detto, non saprei pronunciarmi) e un’interessante selezione di dopo pasto che va dai superalcolici ai distillati, passando per i più classici liquorini di limone, liquorizia ed altri.
Per ciò che concerne il menu, anche in questo frangente, non mancano le soddisfazioni: le proposte sono numerose, variegate e in alcuni casi molto interessanti.
Se gli hamburger, pur essendo di chianina, non sono in realtà ottimi – non potrebbero competere con quelli di "Sale e pepe" né con quelli del blasonatissimo "Penny Black", del quale ancora devo parlare, -, pur restando decisamente sopra la media del "panino" normale, le scelte di carne (dei tagli di Angus o di argentina) sono davvero interessanti.
Una particolare mensione va alla tagliata e all’entrecôte: due piatti davvero godibilissimi e ben presentati, la prima con rucola, scaglie di grana e aceto balsamico, la seconda con le loro patate tagliate a mano, delle chips davvero ben fritte per chi piace il genere (a me, francamente, non tanto).
Divertenti le fritturine: su tutte il classico fritto all’italiana, qui presentato davvero con molti pezzi. Ci sono infatti arancini, crocché, mozzarella impanata, mozzarelline, delle deliziose polpette di melanzane e tanti altri sfizi in formato piccino picciò. Ma non mancano le loro chips, accompagnate con fleishwurst, salsiccia, formaggio o loro micidiali – ma solo per il colesterolo – accoppiate.
Per quello che riguarda la scelta al piatto, oltre le carni di cui sopra, è presente anche un piatto di bresaola, rucola e aceto balsamico, per chi tiene alla linea e, per chi se ne sbatte, delle saporite scamorze alla brace che possono essere accompagnate con friarielli o funghi e con altri contorni ancora, nonché una proposta con salsiccia e una con fleishwurst.
I piatti di servizio di queste ultime portate sono davvero deliziosi: delle finte maioliche bianche e blu, davvero molto country house.
Numerosissimi i panini.
Ottima scoperta i dolci: con grande vocazione per la cioccolata, ieri ci è stato proposto "l’inferno di cioccolato" e il "nutellotto" due torte accompagnate da panna, davvero buone, soprattutto quella più amara, che credo fosse "l’inferno".
Niente da dire neanche sul servizio del rum: baloon giusto per il rum stravecchio ordinato, bicchiere d’acqua ghiacciata d’ordinanza e piattino di cioccolatini, non eccellenti ma possibili.
Il prezzo oscilla molto: se mangiate un antipasto e un panino con una birra, andate via liscissimi (al max 15-20 euro), prendendo più portate e rum di "livello" ovviamente il prezzo sale (volando sui 30 euro).
Per la precisione vi propongo gli ultimi due menù.
In cinque la prima sera, spendendo 15 euro a persona, comprensivi di mancia (anche se il servizio è delirante: un 20% secco*), abbiam preso: 4 coke, una chiara "normale" grande, e 5 bottiglie d’acqua; due patatine fritte con salsiccia, un panino, tre hamburger al piatto con contorno, uno shones (che poi sarebbe quel piatto di bresaola), e una tagliata.
La seconda, quando la dieta non era che un ricordo, sempre in cinque, spendendo 30 euro a persona con ampia mancia – nonostante gli assurdi a mio giudizio 18 euro di servizio da conto – abbiam optato per: 2 birre trappiste grandi, 2 chiare "normali" grandi, una grande al frumento, 4 bottiglie d’acqua, 2 rum da degustazione e 2 "liquerizia"; due fritturine e due patatine, una normale e una con salsiccia, due scamorze con contorno, due tagliate e uno shones e infine due dolci.
In definitiva direi un prezzo medio, tendente al basso. Quel tipo di rum, infatti, vola sui 8-10 euro a bicchiere, ma in questo caso non ho visto quanto volessero.

"Oca Nera Irish Pub" via Bernini, 17 Napoli. tel. : 0815581649.
Voto: 7.5. Ma solo perché mi sento cattiva.

*MI SI SEGNALA NEI COMMENTI ODIERNI (09.10.2009) CHE IL SERVIZIO è DEL 12 %.

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in le gourmand. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Oca nera Irish pub.

  1. pierthebear ha detto:

    wow nn vi siete fatti mancare niente…piacciono anche a me gli Irish Pub..ma quando ci vado nn risco andare oltre la terza Guinnes..media ovviamente ;-)hihihih se un giorno riusciro a venire a Naples provero l’Oca Nera,ciao blogstar…pier

  2. pierthebear ha detto:

    wow nn vi siete fatti mancare niente…piacciono anche a me gli Irish Pub..ma quando ci vado nn risco andare oltre la terza Guinnes..media ovviamente ;-)hihihih se un giorno riusciro a venire a Naples provero l’Oca Nera,ciao blogstar…pier

  3. superegovsme ha detto:

    @pierthebear: dovresti proprio!!!! cmq sì, sai per amore della scienza!!!
    Epperò tre guinness medie non sono male come risultato, certo io vado giù un po’ più carica, ma non con la Guiness che non mi gusta!
    🙂

  4. superegovsme ha detto:

    @pierthebear: dovresti proprio!!!! cmq sì, sai per amore della scienza!!!
    Epperò tre guinness medie non sono male come risultato, certo io vado giù un po’ più carica, ma non con la Guiness che non mi gusta!
    🙂

  5. kirby ha detto:

    certu tu pur di fare 3-4 post al dì te ne inventi di tutte, pure a giocare alla redattrice del gambero rosso ahahahaah

  6. kirby ha detto:

    certu tu pur di fare 3-4 post al dì te ne inventi di tutte, pure a giocare alla redattrice del gambero rosso ahahahaah

  7. superegovsme ha detto:

    Ah Trucyx!!!
    Guarda che a me Veronelli me fa…
    ahahahhahahahaha
    ahahahahahahahahah
    cmq se fai il bravo ti ci porto!

  8. superegovsme ha detto:

    Ah Trucyx!!!
    Guarda che a me Veronelli me fa…
    ahahahhahahahaha
    ahahahahahahahahah
    cmq se fai il bravo ti ci porto!

  9. anonimo ha detto:

    per la precisione il servizio è del 12%….e non del 20%!!!!!!

  10. anonimo ha detto:

    per la precisione il servizio è del 12%….e non del 20%!!!!!!

  11. superegovsme ha detto:

    pardonne correggerò, però un grazie ci stava, direi!

  12. superegovsme ha detto:

    pardonne correggerò, però un grazie ci stava, direi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...