Altra La Feltrinelli, altra corsa.

Fu nel 2001 che aprì in Italia il primo megastore "La Feltrinelli", ma non semplicemente in Italia: a Napoli, a p.zza San Caterina nelle prossimità di una delle piazze più belle della mia bellissima citttà, piazza De’ Martiri. Anche i famosi monumentali leoni che ornano il salotto bene di Partenope, parvero approvare.
E così il primo megastore italiano è stato arriso da una fortuna sempre crescente, nonostante voci alternate che, per i primi 3 anni, lo volevano vedere vicino alla chiusura.
Ma invece, "La Feltrinelli" di piazza De’ Martiri, aumentava il suo successo, diventava più bella, assumendo anche le vesti di luogo naturale di moltissimi eventi culturali dall’altissimo profilo: un numero innumere, se mi permettete il gioco di parole, di personaggi, intellettuali, di musicisti, cantanti, scrittori, maitre a penser dei più raffinati sono stati ospitati nello "Spazio" de "La Feltrinelli" Napoli, incontrando sempre la proverbiale curiosità e l’affetto dei napoletani.
Io a "La Feltrinelli" sono poi particolarmente legata: oltre ad essere una grandissima consumatrice di libri che, soprattutto in passato compravo solo ed esclusivamente lì (ora Fnac sta forse prendendo il sopravvento anche se devo ammettere che senza i loro validissimi clerks ancora non saprei, dopo tanti anni, come giostrarmi nella loro disposizione volumi), ma fondamentalmente perché è stato lì che sono avvenute le esperienze più importanti della mia vita da giornalista: lì, prima tra le altre cose, ho potuto conoscere ed aver il privilegio di intervistare il mio scrittore preferito, Jonathan Coe, un’ora e mezza che non dimenticherò mai, mai, mai, campassi anche cent’anni.
Quanti ricordi!
Ecco, l’augurio che faccio a "La Feltrinelli Express" che si troverà all’interno della Stazione Garibaldi è proprio questo: avere lo stesso successo e la stessa importanza per la mia città che ha avuto il primo megastore di Italia.
"La Feltrinelli Express" è un nuovo grande progetto lanciato dalla casa editrice che io preferisco: la creazione di importanti megastore all’interno delle principali Stazioni italiane, in linea con il progetto di riqualificazione di questi luoghi fondamentali per il nostro paese, luoghi in cui non si dovrà più solo passare rapidamente ma diventeranno location in cui accedere al bello, grazie alla presenza di opere d’arte, disegni, cultura. 
In questo disegno ottimamente si colloca "La Feltrinelli" che con le sue attività indubbiamente ha reso il nostro paese migliore, pubblicando nel corso di due secoli numerosi autori di importanza imprescindibile, oltrettutto, rendendo anche la cultura più accessibile: i prezzi dei tascabili sono ancora tra i più bassi rinvenibili.
"La Feltrinelli Express" della Stazione Garibaldi sarà la prima in tutta Italia, come detto, e verrà inaugurata domani, 10.12.2009, alle ore 18 alla presenza di Carlo ed Inge Feltrinelli; il megastore comprenderà oltre 1000 mq distribuiti in due piani, il primo all’altezza della metropolitana, il secondo a quella dei binari della ferrovia. Il megastore sarà aperto tutti i giorni dell’anno dalle 7 alle 22.30, diventando così, se si vuole, anche un’ulteriore garanzia di sicurezza per gli utenti della stazione.
Uno spazio progettato interamente per chi viaggia, ha poco tempo e trasporta bagagli anche eventualmente ingombranti: ci saranno totem interattivi per i possesori della "Cartà più" che potranno così autonomamente svolgere molte operazioni e, in ogni caso, una massiccia presenza di assistenti formati in pieno stile Feltrinelli. Non mancherà uno spazio edicola.
Certo, domani dovremo vedere l’effettiva realizzazione del tutto, ma non posso negare di essere particolarmente felice che Napoli e, in particolar modo la Stazione Garibaldi, luogo non molto confortante a dirla tutta, sia la prima città in Italia a beneficare di una simile opportunità: spero davvero di tutto cuore che l’onore concessoci dalla casa editrice che io preferisco, sia ampiamente ripagato da un’attenta e massiccia presenza di consumatori che renderanno la nostra stazione principale un luogo più caldo ed accogliente.

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in eventi cui tengo assaje. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Altra La Feltrinelli, altra corsa.

  1. fabreale ha detto:

    purtroppo su piazza Garibaldi resto sempre molto scettico… ben venga la Feltrinelli express…  ma se non si va avanti con un vero piano di riqualificazione della piazza, la stazione diverrà nuovamente ed in breve un luogo pericoloso… con o senza megastore, con o senza spazi importanti per la nostra città…    Speriamo che con queste grandi novità si facciano passi importanti in questo senso.

  2. anonimo ha detto:


    Ho idee molto originali su editori e libri del futuro, (1). Sono Neo-italiano, scrivo male italiano, pero mi piacerebbe scrivere un libro insieme con italiani su idee per la giustizia del futuro, (2), psicologia, filosofia, etica e deontologia per avvocati, magistrati e professionisti della giustizia, (3), legalità e buon senso di giustizia, (4), Processo breve, brevissimo, lungo e lunghissimo, ( 5).
    (1)   Libro, libri, autore, autori, book, e-book, ebook, pe-book, pebook , http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it/2009/02/14/libro_libri_autore_autori_book.html .
    (2)  Vgi=vecchia giustizia italiana e NGF=Neo giustizia futura, (via http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it/2009/09/22/vgivecchia_giustizia_italiana.html . Tifosi, vandali, vecchia giustizia, ppocc e NGF=Neogiustizia neo-machiavelli
    .ilcannocchiale.it/…/tifosi_vandali_vecchia_giustiz.html NGF=Neogiustizia futura: semplificazione di Calderoli
    (3)     Deontologia e rivoluzione morale Neo-Marxista nella giustizia all’italiana http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it/2009/07/18/deontologia_e_rivoluzione_mora.html .Deontologia dei migliore avvocati al servizio delle peggiore ingiustizie, etica, immoralità, vergogna delle vergogne: vvv, v1v, v2v, vg5%, lis=legalità ingiustizia e stupidità . In Italia esistano 240.000 avvocati, molti dei migliore lavorano per i peggiore criminali, per le peggiore ingiustizie, per le due vergogne delle vergogne della vecchia Italia.
    Un grande giornalista, scrittore, autore televisivo e sceneggiatore ha pubblicato in un libro molte delle mie idee, scritte meglio di me. Mi aspetto che un italiano faccia lo stesso:  Ggga=grande avvocato, grande truffatore, grande ladro, piccolo mafi0so, peggiore simbolo della lis=legalità ingiustizia e stupidità della fabbrica d’ingiustizie della RBA, (RBA= RepubblicaBananeAvvocati )
    (4) Avvocati, legalità, ingiustizia e stupidità della vecchia http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it/post/2318065.html
    ( 5) Mi sembra evidente che il “processo breve” è un enorme progresso su la vecchia giustizia dei 95% processi in prescrizione soprattutto per peggiore mafi0si. Ma per tutti quelli 95% di processi in prescrizione era migliore un processo brevissimo, in 3 minuti, senza avvocati, con magistrati più intelligenti senza avvocati. Per altri era migliore un processo non lungo ma lunghissimo, senza prescrizione, incluso dopo la morte, per chi beneficia dei soldi delle vitteme… Giustizia, semplificazione di Calderoli, g3m=giustizia in 3 minuti VGT=Vecchia giustizia tradizionale, g3m=giustizia in 3 minuti e g3m, giustizia, "Neo-Machiavelli"  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...