Steak House – Carni alla brace, Lucrino – Pozzuoli.

"Steak House – Carni alla brace" è un ristorante vocato alla carne e alla cucina campana che si trova a Pozzuoli, in prossimità del Lago di Lucrino.
La location è particolarmente bello, dunque, e la sua posizione, vicino alle famose "Stufe di Nerone", gli consente di essere molto conosciuto, ancorché non immerso nel traffico.
Il locale, piuttosto piccolo, è grazioso, in stile prettamente rustico, con il tavolo degli antipasti e la brace a vista.
Ogni piccolo spazio è sfruttato e così i tavoli sono disposti piuttosto armonicamente, pur non creando eccessive vicinanze tra i commensali.
I tovagliati sono semplici, così come la mise en plat, in una maniera che, in onestà, non tradisce lo stile del locale; del tutto inadeguata, invece, appare la scelta dei calici, la quale, peraltro, risponde alla scarsa attenzione (pecca insopportabile) dedicata al vino ed ai fine pasto, sulla quale, però, mi soffermerò dopo.
La cucina è schietta e tradizionale e prevede un'ampia scelta di antipasti tipici della cucina di terra campana (mozzarelle che non ho saggiato ma apparivano certamente fresche; selezioni di formaggi non ben valorizzata ma con spunti interessanti; piatti già pronti quali verdure al gratin, piuttosto che zucchine alla scapece, melanzane a funghetto, allo scarpone, carote marine ed altre; bruschette sia classiche sia con lardo di colonnata; un'eccellente mortadella – la cui origine ignoro – alla brace, davvero significativa; una congrua selezione di salumi) alla quale si affianca una ricca offerta di tagli di carne.
Si va dai filetti di carni italiane, irlandesi ed argentine, ad entrecôte, a semplici salsicce e cosciotti di pollo, a grigliate miste, ed, infine, a tagliate di Angus.
La qualità della carne appare essere medio-alta, ma, e qui c'è da far tremare le vibrisse, è proprio nella cottura che qualcosa non funziona. Più che all'esaltazione della materia prima si cade nella sua mortificazione, non a livelli proibitivi (questo sarebbe ingeneroso), ma di certo non sono questi i risultati che ci si aspetterebbe da un ristorante specializzato.
La scelta dei dolci è anch'essa tradizionale, prevedendo panna cotta declinata in più gusti, mousse al cioccolato (piuttosto buona ma devastata da ciuffi di un'inequivocabile panna spray), cantucci accompagnati da vinsanto di non menzionata origine.
Altro punto dolente è la carta dei vini: brutta nell'impaginazione, intanto, poi poco interessante, adagiata su poca scelta e poche cantine, tutte commerciali. Una scelta votata alla fascia media a senso unico, che non prevede guizzi verso l'alto o verso vini maggiormente strutturati (unico vino importante è una bottiglia di Amarone, la cui cantina non ricordo, che appare del tutto decontestualizzata. Tanto per capirci l'alternativa veneta è il "Versato" di Santa Margherita).
Ugualmente insignificante è la scelta dei dopo pasto con, oltre ai liquorini digestivi, un solo rum, un "Mathusalem" di cui non è stata spiegata l'etichetta, ma che al gusto era sicuramente dei più giovani. Un'incongruenza grave, in un posto dove, per appeal e per vocazione potrebbero giganteggiare grappe.
Anche nel servizio possono notarsi alcune pecche: il metre non è di certo persona affabile, e, in generale, una certa fretta nel servizio fa da contraltare ad alcune distrazioni (abbiamo ricevuto l'acqua dopo il vino e il pane, quasi contemporaneamente agli antipasti).
In definitiva, direi che "Steak House – carni alla brace" non sia affatto un posto spiacevole, ma che giochi in maniera assai stolida le proprie carte: ad una qualità medio-alta dei prodotti, non corrisponde una loro giusta valorizzazione, né un'imprescindibile senso dell'ospitalità. L'inadeguatezza della carta dei vini, poi, è vulnus da riparare assolutamente per solo poter ragionare.
Ultima notazione positiva è per i bagni: spaziosi, accoglienti, decisamente puliti.
La frequentazione è normale, e, mediamente, anche senza prenotare, non si attende tantissimo. Per il sabato sera, soprattutto se si è in un gruppo più nutrito, è assolutamente consigliabile la prenotazione.
Ieri sera, in sei, con un ricco antipasto (formato da misto di salumi, misto di formaggi, bruschette al pomodoro, mortadella grigliata) e ordini di carni del tutto variegati (c'è chi ha optato per un misto, chi per le salsicce, chi per la tagliata, chi per filetti), con due bottiglie di vino (un Morellino di Scansano e un Nero D'avola base Chiaromonte), abbiam pagato appena sotto i 30 € a persona. Prezzo decisamente conveniente, considerati anche i quattro dolci e il rum da me ordinato.

"Steak House – Carni alla brace" – Via intorno al Lago, Lucrino, Pozzuoli (Na).
tel: 081.804.24.69
sito web: Steak House
Voto: un complessivo 7– che potrebbe tranquillamente diventare un 7 e 1/2 con pochi accorgimenti.

 

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in le gourmand. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Steak House – Carni alla brace, Lucrino – Pozzuoli.

  1. pierthebear ha detto:

    che ti sei mangiata…quattro dolci e un rum!!!hahahaah scherzo sempre perfetta la tua recenzione…cmq devo ricordarmi se un giorno avrò l'onore di invitarti ….di portarti a Colonnata (2 km da casa mia) lì ti renderai conto di come sono le vere bruschette al lardo e pomodorini 😉 ciao Ego

  2. superegovsme ha detto:

    eheheheh non vedo l'oraaaaaaaaaaaa!!!Io adoro il lardo ed in effetti quando l'ho mangiato in Umbria al confine con Siena era tutta un'altra cosa, quindi immagino lì a Colonnata che sarà mai!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...