Le polemiche su Vogue France.

Finalmente anche la stampa, sia quella internazionale (El Mundo), sia quella italiana (Corriere della Sera), si stanno occupando – e massicciamente – dell'ultimo numero di Vogue France dello scorso dicembre 2010.
Ricorderete che su quel numero era apparso un servizio, Cadeaux, in cui comparivano tre bambine – Thylane, Lea e Prune, tutte di età compresa tra i sei e sette anni – in pose e con abiti da modelle sensuali e consumate.
Autore degli scatti, lo stilista, regista, trend setter, Tom Ford, cui l'intero numero era dedicato.
Parrebbe adesso emergere un retroscena, riportato dal quotidiano spagnolo El Mundo, circa le conseguenze che questo numero ha avuto, sin da subito, sull'editrice di Vogue, la Condé Nast.
Secondo rumors, infatti, questo numero sarebbe costato la testa alla Caporedattrice ed editor Carine Roifeld, presente in Vogue France da oltre dieci anni.
Sarebbe stato il presidente del gruppo del lusso LVMH (holding che controlla brands internazionali del peso di Louis Vuitton, Christian Dior, Givenchy, Guerlain, Moet & Chandon e numerosi altri), Bernard Arnault, a minacciare il ritiro di tutti i propri contributi pubblicitari da Vogue France, ove non fossero stati presi dei severi provvedimenti.
A tale minaccia non sarebbe rimasto indifferente il presidente del gruppo Condé Nast, Xavier Romatet, che avrebbe quindi rimosso Carine Roitfeld dal suo ruolo, insediandovi Emmauelle Alt.
Temutissima editor, eterna rivale della più famosa Anne Wintour, direttrice della versione statunitense di Vogue*, Carine Roitfeld è una ex modella, già editrice di Elle Magazine. 
Nella sua nota di commiato, la Roitfeld aveva fatto accenno ad una generica voglia di cambiare, tralasciando di sottolineare qualsiasi eventuale tensione tra lei e l'editore di Vogue France.
Nella bufera con la Roitfel, soprattutto negli USA, è caduto anche il famosissimo stilista Tom Ford, al cui operato, però, i sostenitori danno giustificazioni di ogni tipo.
La più quotata?
Con il servizio nella tempesta, Ford avrebbe proprio voluto stigmatizzare il mondo della moda che propone alle giovanissime modelli inopportuni.
Lo sconcerto, a parer mio, continua a permanere; e, in ogni caso, qualsiasi motivo "nobile" o meno avessero quelle foto, andavano, assolutamente, evitate.

* Ispiratrice della perfida antagonista de "Il diavolo veste Prada"

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in fashion blogger anche io. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Le polemiche su Vogue France.

  1. anonimo ha detto:

    Ohibò! Mi facevo esperto di cani da caccia, ma il trend setter ancora non lo conoscevo.

  2. anonimo ha detto:

    Ohibò! Mi facevo esperto di cani da caccia, ma il trend setter ancora non lo conoscevo.

  3. superegovsme ha detto:

    Eh, son dolori… meno male che ci sono io che ti aggiorno, suvvia!!!
    Oh my God, anzi oh my Dog!!!!

  4. superegovsme ha detto:

    Eh, son dolori… meno male che ci sono io che ti aggiorno, suvvia!!!
    Oh my God, anzi oh my Dog!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...