Padre.

Padre, padre che mi hai dovuto lasciare sette anni fa,
padre che sei sempre stato qui,
lontano, distante, quando non c'eri,
nei rari momenti di rabbia tra noi.

Padre che hai sempre amato, 
il mondo, la vita, la gioia, l'ironia, le donne,
il lavoro, il computer che non sapevi usare.

Padre che hai amato una sola cosa, me.

Padre, non mi lasciare.

Padre, ti chiedo tanto, lo so,
padre, ma io ancora tanto, lo sai, ti amo.

Padre ora ti sento scivolare via,
e, crudele, non voglio lasciarti andare,
anche ora che, ancora una volta, ti ho visto indicare
forse l'ultima, la definitiva, la via.

Padre accompagnami ancora, ti prego,
anche se è crudele trattenere te che sei scivolato, finalmente, nella stanza affianco.

Padre non lasciare le mie mani e le spalle di mia madre,
e il volto di tuo fratello, e i cuori dei tuoi amati cugini che ancora amano, sopra ogni persona, te.

Padre non lasciare ancora me o dammi al Padre tuo, 
che ora finalmente sento d'essere degna di chiamare Nostro.

1 novembre 2004. "La Signora Persico? Chiamiamo dal Policlinico, terapia intensiva. "
31 ottobre 2011. Forse, la mia anima ha smesso di urlare.

Annunci

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in versi senza rima. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Padre.

  1. pierthebear ha detto:

    Non sò come commentare un post cosi "sofferto"….ti abbraccio e basta…ciao Dany….Pier

  2. pierthebear ha detto:

    Non sò come commentare un post cosi "sofferto"….ti abbraccio e basta…ciao Dany….Pier

  3. nonsodove ha detto:

    Certi giorni non vorremmo mai ricordarli.

  4. nonsodove ha detto:

    Certi giorni non vorremmo mai ricordarli.

  5. superegovsme ha detto:

    @Pier: un forte bacio, ma forte forte, forte!
    @Nonsodove, eh ma tocca farlo, anche perché lo fai cmq. un bacio anche a te

  6. N3m0 ha detto:

    Una mattina fui svegliato da mia madre piangente, mio padre non smetteva di perdere sangue. Quando lo portò via l'autoambulanza non feci in tempo a pulirmi alla buona e a vestirmi, mi dissero che aveva chiesto di parlare con me.

     

     

    Dalla disperazione nera che mi colse posso solo immaginare come ti sarai sentita tu.

    :*

  7. N3m0 ha detto:

    Una mattina fui svegliato da mia madre piangente, mio padre non smetteva di perdere sangue. Quando lo portò via l'autoambulanza non feci in tempo a pulirmi alla buona e a vestirmi, mi dissero che aveva chiesto di parlare con me.

     

     

    Dalla disperazione nera che mi colse posso solo immaginare come ti sarai sentita tu.

    :*

  8. superegovsme ha detto:

    @N3M0: proprio così, mi sono sentita proprio così… oggi davanti casa tua stavo per salutare calorosissimamente un tipo, pensando fossi tu!

  9. N3m0 ha detto:

    Si incontrano gli ex nei posti più strani e lontani dai rispettivi ambiti, e poi non riescono a beccarsi due persone che bazzicano negli stessi 3kmq 😀

  10. superegovsme ha detto:

    enfatti sì, sorte ria, destino avverso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...