AREA_3.0 – Le web social lesson di Riccardo Scandellari e Rudy Bandiera.

Sono una creatura anomala.
Non potevo che essere una creatura anomala anche sul web.

Mi spiego, è giusto.

Ed è così che poco poco, dopo sei onoratissimi anni di web-activities che mi hanno portato a fare alcune delle esperienze più assurde della mia vita (il che, come sapete, visto l’affetto con cui mi seguite, non è affatto poca cosa), ho deciso, finalmente di studiare il webbe.

Da buona intellettuale, infatti, ho sempre ritenuto che queste non fossero cazzabubbole degne della mia attenzione, poi mi sono accorta che persone che stimo da anni e nella vita senza rete, lo studiavano, ci si appassionavano.

Ho capito che il mio ignorare era sintomo di ignoranza e quindi ho deciso di iniziare anche io, all’alba dei 33 anni.

Come sempre, la mia tendenza mortifera al professionismo ed al perfezionismo, mi ha portato a studiare con i migliori e nei luoghi migliori.

Ed è così che il mio primo approccio con il mondo professional dei social-cosi è stato il 30 giugno 2014 al Sole 24, dove si è celebrato, ed è proprio il caso di dirlo, il Social Media Marketing Day Italia 2014.

Un giorno intensissimo, in una delle strutture più all’avanguardia che possediamo nel nostro Paese per lo sviluppo delle professionalità, tradizionali o innovative che siano.

Lì, in effetti, ci ero andata per un solo motivo, conoscere lui.
La personalità web del momento: Rudy Bandiera.

Ho la fortuna, perché tale la ritengo, di conoscere virtualmente Rudy da tanti anni: me lo presentò il mio vero web papà, l’uomo che sussurrava alle SuperFigheMegaGiga, Riccardo Pocacola Pizzi.

E da allora io, distrattamente, lo seguivo, Bandiera.
Gli chiedevo sporadici consigli, e ricevevo immediate e dettagliate risposte, in quello che era il suo campo professionale di risposta.
Gratuitamente e con gratuità, se capite i miei continui giochi di parole.

Rudy era ed è (oddio, omessi i limiti di età raggiunti, ma questo nessuno lo deve sapere), il ragazzo reale della porta accanto reale.

 

RUDY

E tale rimane.
Grazioso, di una carineria più empatica che realmente fisica, educato di un’educazione che è segno di intelligenza, dubbioso come solo i grandi sanno essere.

Tanti, al suo posto, dopo i numerosi riconoscimenti ricevuti (nel corso degli anni, ma, di recente, in maniera tumultuosa), sarebbero andati via di matto.

Non Rudy: Rudy Bandiera ama ricordare il suo passato recente in Fonderia, non come uno stigma, né come personale primo gradino della propria virtuosa ricerca della felicità, ma alla stregua di un fatto reale.

Perché il nostro uomo virtuale, ama sempre e solo, se non vado errata, la vita reale.

Ed è per questo, probabilmente, che quando ha fondato la propria società di consulenze, NetPropaganda – Convide et Impera -, ha scelto una persona reale come poche, per diventare il suo socio, Riccardo Scandellari.

Io, di persona personalmente, sono poco abituata a passare in secondo piano: al Social Media Marketing Day Italia, Scandellari mi ha sottratto l’attenzione di tutti i Nerd configurabili, genere su cui, modestamente, riscuoto un certo successo, come tutti i respiranti che abbiano la periferica Tette3.1 o maggiori.

Ma, onestamente, capisco i nerd: Riccardo Scandellari è forse più adorabile di Rudy Bandiera.

Io, chiaramente, caciarona ed esibizionista, non posso che amare la quieta esplosività di 188879_10151467317054367_1007260048_nBandiera.

Ma nella muta, consapevole, un po’ distaccata, integrità di Scandellari, per gli amici Skande, noto e ritrovo, la forza di una passione per lo studio e l’approfondimento, che vorrei diventassero i veri tratti distintivi del mio carattere.

Skande è il classico compagno di classe, buono e iperpreciso che ti passa la versione di greco, è l’uomo che senza slides, può avere una crisi di nervi.
L’essere umano più ritroso del mondo, che quando sgrana i suoi occhioni chiari, beh, mostra una sensibilità che pochi sanno leggere e, soprattutto, pochi sanno tenere dentro così bene.

Ferraresi, poco più che quarantenni entrambi, Skande e Rudy Bandiera, sono gli uomini del momento.

Rudy è il prossimo possessore di #unasmartperRudy.
Skande è l’uomo con cui tutti vogliono parlare.
Entrambi hanno dato alle stampe di recente due libri.

Rudy Bandiera è l’autore di “Rischi ed Opportunità del Web 3.0 e delle tecnologie che lo compongono” con la prefazione di Claudio Gagliardini (ho detto tutto) per Dario Flaccovio Editore.

i libri del momento

Riccardo Scandellari ha dato alle stampe, invece” “Fai di Te Stesso un Brand – Personal Branding e Reputazione on line” Dario Flaccovio Editore, un manuale per carpire gli “atteggiamenti e (le) tecniche per costruire una forte identità on line”, con la prefazione di un certo Rudy Bandiera.

Una volta conosciuto personalmente anche Skande, non ho resistito, e, dopo poche settimane, ho voluto seguire un loro corso, una meravigliosa ed intensa due giorni di studi a Roma, presso l’Area_3.0 di Web Marketing 3.0, un’idea della Tecnolife.

Immersa nel verde della prima periferia Romana, la sede della Tecnolife è un luogo, in ogni caso da visitare, dove si incontrano professionalità nuove, innovative, ma tradizionalmente competenti, se riesco a spiegarmi.
Il mondo internette, soprattutto, in Italia, è contornato da un’idea di fuffosità, di mera virtualità e inconcretezza, che i professionisti di questo nuovo settore, non possono che essere più seri, quasi più severi, degli altri.

In Tecnolife e, nello specifico, nella sua Web Marketing Area_3.0 ho incontrato e saggiato, delle grandi professionalità ed un immenso spirito di servizio.

Qualità che da p. Avvocato, PR, comunicatrice, esperta di relazioni con Enti Pubblici e della Pubblica Sicurezza, riesco difficilmente a rinvenire.

Per due giorni, quindi, il 10 e l’11 luglio appena passati, sono stata a Roma, con corsi di 8 ore giornalieri, uno tutto dedicato a Skande, il secondo e conclusivo a Rudy Bandiera, in cui abbiamo affrontato mostri sacri delle web-tematiche come

Edge Rank Fb,

tecniche di semi automatizzazione dei contenuti social media marketing,

tecniche di SMM,

costruzione di Personal Brand/WEB Reputation,

ottimizzazione dell’uso di GooglePlus

e delle utilities Google, come se fosse Antani.

Il bello, ho capito, praticamente tutto.
Per il resto ci sono le slide (circa 320 di Skande) ed altri contenuti che mi arriveranno via e-mail.

E poi, ultimo ma non ultimo, le meravigliose persone (alcune da intendere nel senso di gente che produce senso di meraviglia) che ho conosciuto nel corso di questi due giorni, persone reali, in carne ed ossa.

area_3.0

Alcuni di questi, sì parlo proprio di VOI! (guess, who?) di certo erano nel mio karma, no, non in quello Digital (per dettagli sul digital karma, ask to Skande, Skandesays to u evrything u want!) ma quello reale.

Quello che io preferisco chiamare Ananke, la necessità, la necessità di certi incontri, che cambiano la tua vita, perché cambiano la tua percezione e la tua capacità di percepire il mondo.

Il destino che ogni giorno noi autoscriviamo, con le azioni, con i sentimenti, con le parole, con il nostro libero vivere.
Perché, non, a questro punto, con dei miseri post?

Nel rischio che anche un post su fb, twitter, una foto su instagram, una recensione su yelp, possa incidere sulla vita di un terzo a noi lontano ed alieno, beh, facciamo che ogni nostro singolo contenuto, sia pieno di #lovvotica.

Cos’è la #lovvotica?

La #lovvotica, c’èst moi, direbbe Flaubert, anzi Rudy Bandiera, Riccardo Skandellari, il mio personale mito Benedetto Motisi, aka BenKenobi (il più giovane, performante e disponibile SEO d’Italia, ed in effetti, l’unico SeoJedi disponibile, mica pizza e fichi).

Da oggi, mi permetto questo lusso anche io.

Daniela Barbara Persico was made from Love, ops, #lovvotica.

On air: True Love waits, RadioHead.

 

 

tutte le foto sono state prese dal più grande socialnetwork del mondo, FACEBOOK.COM, secondo solo a YELP.COM, bien sur!

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in Benedetto Motisi, diavolo dun feisbuc, essere bionda, essere mora, essere piri indaco, essere sfmg blogger, eventi cui tengo assaje, il mio tweet-bf non è figlio un, loving asmallworld, marchette, Riccardo Skande Scandellari, Rudy Bandiera, SEO JEDI, SEVM SMM, twitta twitta twitta, Uncategorized, yelp e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a AREA_3.0 – Le web social lesson di Riccardo Scandellari e Rudy Bandiera.

  1. benedettomotisi ha detto:

    Yo Daniela😀

    Mille grazie per le belle parole, anche se non sono il SEO più giovane, non so il più performante ma provo a essere almeno il più disponibile!

    Speriamo di rivederci presto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...