La tredicesima dimensione – Mag.

La tredicesima dimensione è un piccolo ed agile volume, nel formato.

Quando lo apri, però, cadi in un buco bianco (ok, se dici che i buchi neri hanno uscita, io mi fido Hawking, ci mancherebbe) di nitore, di pulizia d’anima, di allegria, oppressa da una strana depressione, di un buio che non ce la fa.

Un prosimetrum, una parodia, un paradosso, un vortice.

Cadi nella testa dell’autrice, la sorprendente Mag, nome di piuma di Antonella Giannone, siciliana, tarantina, calabrese, bolognese… Un donna enigmatica e che si muove molto, Mag.

Una persona che da sola si è liberata dalle ossessioni delle sue manie, e che con questo libro agile, come dicevo prima, è riuscita in una missione incredibile: rendere il particolarissimo, universale.

Mi sembra che un certo Platone cercasse la quadra di questo tipo di cerchio, certo in termini filosofico-etici, ma pure riuscirci con le proprie umanissime miserie non è poca cosa.

Come diceva quel tale, ogni famiglia è infelice a modo suo, e così si potrebbe e si può dire che ognuno combatte con i propri impalpabili – e per il mondo esterno inesistenti -demoni, ma la lotta, beh quella è simile per tutti.

Capirlo, spiegarlo e perfino dimostrarlo, non è da tutti, Antonella, Mag ci sono riuscite perfettamente.

Amo questo libro, amo questa storia che non si sa come finirà, perché le belle storie probabilmente non finiscono mai.

Sono entusiasta di essere inciampata in questo piccolo pezzo di letteratura post moderna.

“cosa faresti se un giorno ti accorgessi di vivere solo nei tuoi pensieri?”

Io non lo so, Antonella sì, io sono solo che la terra non sporca le tue scarpine buffe, Mag, ché anche se non vivi più solo nei tuoi pensieri, non sei certo di questa terra di stenti ed orrori.

Ma dell’iperuraneo mondo delle ARTI.

“(…) Eravamo dei valorosi guerrieri

fin quando abbiamo cominciato l’autodistruzione

ed abbiamo spazzato via la vita dai nostri progetti… (…)”

Mag – La tredicesima dimensione (distribuzione cinquantuno.it) Caosfera Edizioni

Codice IBSN 978-88-6628-224-2

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in oggi ho letto e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...