Triunfo: la storica Cantina di Triunfo cambia pelle.

Per Aspera ad Astra.

Questo potrebbe essere il motto di Triunfo, la nuovissima attività dal 1411_949489141773109_549476646130023171_nconcept innovativo che sarà inaugurata martedì 12 gennaio 2016 alle ore 20.00, alla Via Riviera di Chaja 64.

Triunfo, infatti, nasce dalle ceneri de la Cantina di Triunfo, storico ristorante napoletano, fondata dall’omonima famiglia Triunfo nel 1890. La Cantina, negli anni, era diventata un punto di riferimento per la cucina tradizionale napoletana e anche un faro di sobrietà nel panorama culinario della città: proponeva solo due menu a servizio, uno a base di pesce, l’altro a base di prodotti di “terra”.

IMG_1132La lunga ed importante storia de la Cantina di Triunfo fu, purtroppo, interrotta da un terribile evento: il 04.03.2013, come molti ricorderanno, il crollo di Palazzo Guevara di Bovino coinvolse numerose attività commerciali e palazzi circostanti.

Tra loro anche la storica Cantina, che fu costretta a rimanere chiusa ben più a lungo di quanto non si fosse inizialmente supposto.

Ma dall’inventiva e dal coraggio di due giovani imprenditori, Antonio Triunfo, della storica famiglia, e Gaetano Russo, e grazie alla loro forte amicizia, come una Fenice, la Cantina di Triunfo è rinata in Triunfo.

Il cambio di nome, però, non è di certo l’unica novità che ci attende il 12 gennaio.

Lo stesso Gaetano ci racconta cosa sarà Triunfo:

La nostra idea è nata con una semplice stretta di mano nell’estate 2014,  complice la profonda e sincera amicizia che lega me e Antonio, un’amicizia cementata dalla stima reciproca sia umana che professionale.

La Cantina di Triunfo è rimasta chiusa fino ad oggi a causa del crollo del palazzo Guevara di Bovino, avvenuto il 4 marzo 2013; dopo quasi tre anni dalle sue ceneri nasce Triunfo,  uno spazio in chiave moderna che, però, mantiene i profumi e gli odori della tradizione, rimanendo  fedele alla guida dello storico nome Cantina di Triunfo.

1915856_948845891837434_2534380037186100289_n
Le novità sono tante e  tutte da scoprire, Triunfo non sarà semplicemente un ristorante con cantina, ma anche un bar tabacchi, con la possibilità, mentre si sorseggia un buon caffè, di tentare la fortuna ai giochi classici della nostra tradizione come il lotto, con la possibilità di ricariche telefoniche e pagamento utenze e quant’altro. 
Triunfo sarà anche una tavola calda con pasti di pronto cucina per uffici e anche con la possibilità dell’asporto.
In omaggio alla sua storia, sarà, inoltre, cantina con vini sfusi ed etichettati, ed, infine, un ristorante sempre ispirato alla tradizione gastronomica partenopea come  è nel nostro DNA aziendale.
L’assenza nel   centro della città di un format come il nostro, ci ha spinto a IMG_1138creare per la nostra attività una realtà multifunzionale, a nostro parere impreziosita dall’apertura  h24 che, nei nostri intenti, ci assicurerà la possibilità di diventare un punto di riferimento per la città e non solo!
La nostra speranza è che Triunfo sia apprezzato, anche perché ad avviso mio e di Antonio, una realtà come questa era necessaria in una città come Napoli,  che oramai è una vera e propria metropoli con aspirazioni di internazionalità. Aprire Triunfo, infine, ha per noi anche una seconda valenza: speriamo di infondere un pò di coraggio ad altri giovani imprenditori  affinché osino di più, così tutti insieme potremo far crescere il nostro territorio e farlo arrivare al top degli standard nazionali.”
E così, martedì prossimo prenderà vita questa nuova realtà: un po’ volta al ricordo dell’incredibile e longeva storia della famiglia Triunfo, un po’ lanciata verso schemi più innovativi ed internazionali.
Andare avanti senza dimenticare la propria storia: quello che, in fondo, dovrebbe fare tutta la nostra città.
Che la fortuna possa essere sempre dalla Vostra parte, Antonio e Gaetano.
foto dal web e per gentile concessione di Rita Chiacchio, responsabile comunicazione Triunfo.

Informazioni su SuperEgoVsMe

Una rampante partenopea di belle speranze. Sono una bloggheressa esaltata ed esaltante (?!), anche se ondivaga più di uno tsunami, che ricordo per tranquillità e piacevolezza. Cultrice del buono e del bello e della pazzia, perché si sa, similes cum similibus congregantur, riferendomi all'ultimo lemma. Wannabe critico enogastronomico e, pertanto, cagapalle mostruosa a tavola. Sono l'incubo di ogni maitre che crede che il Cordon Bleu sia solo un prodotto Findus. Innamorata pazza di un uomo magnifico. Perennemente in lotta vs personalità borderline. Proprio ora che sono venuta a capo della mia. Suprematizzante, as u'll see. Volevo essere una blogstar, poi sono stata folgorata sulla via di Montecarlo da un certo Pocacola ed ho capito di dover essere una SuperFigaMegaGiga (trademark). Il prossimo passo che mi divide dalla conquista del mondo è diventare una twit-star. Seguimi e likami ovunque: mi troverai qui e lì nel magma del web. Sono riconoscibilissima: le mie cazzate hanno il marchio di fabbrica.
Questa voce è stata pubblicata in eventi, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...